La primavera, la medicina dei fotografi “inappetenti”

Ah, la primavera! L’esplosione dei colori, la luce con tutte le sue sfumature. Da possessori di una fotocamera qualsiasi, ci si sente quasi in dovere di fermare quello spettacolo in una immagine e magari condividerla. Perché non lasciarsi sedurre e abbandonarsi a questo sentimento comune?

Ho aperto questo blog con l’intento di ritrovare uno stimolo alla fotografia, come già scritto nell’articolo L’ennesimo blog di fotografia? , quindi armato di fotocamera e approfittando di giornate particolarmente belle, ho dedicato qualche ora al tentativo di riprendere dimestichezza con il gesto fotografico.

Di seguito alcuni scatti, assai ordinari e con madornali errori, ma ho abbandonato ogni pretesa di perfezione: in questa fase non la ritengo prioritaria, inoltre sarebbe oltremodo noiosa e demotivante.

Sinceramente io aspetto con maggiore curiosità fotografica il periodo successivo a quello attuale, il periodo dell’anno durante il quale tutto il verde primaverile lascerà spazio al giallo, un colore che rappresenta al meglio la Puglia o forse tutto il meridione. Ma mi riservo di scrivere di questo in momento più adatto, supportato anche da fotografie adeguate.